Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere il codice sconto del 20%!

Artwork Compare @fr3lly

Testo Compare @danilocolabraro

Dove vivi tu il vento è un estraneo, viene, agita e se ne va. Neanche il tempo di un caffè. Non lo conosci il vento, dove vivi tu. Non sai da dove arrivi e neppure ti interessa. Aspetti solo che il suo rumore sfumi come il rossore sulle guance dopo il pizzicotto di zio Pino, e vada via, dove diavolo vuole. Quando tornerà non sarà lui, sarà un altro vento. È insignificante il vento, dove vivi tu, e come ogni cosa insignificante la osservi a braccia conserte, mai spalancate. Dove vivo io, invece, il vento ha forma, colore e sostanza. E ha un nome, u ventu, con l’articolo davanti, per forza, e articolo determinativo, per forza. Qui da me il vento è un bacio al sapore di caffè Guglielmo, a volte più appassionato di quel che vorresti ma sempre meglio di un pugno in faccia. E sempre meglio che essere anche solo sfiorati da un estraneo. Qui a Catanzaro il vento è una presenza fissa, come il Cavatore, il ponte, i coculi, solo più difficile da disegnare. È una promessa, come i goal di Palanca dalla bandierina. E solo Dio e Palanca sanno quante di quelle tredici volte il vento abbia spinto la palla dentro, ridendosela dietro i baffi, quelli di Palanca. Qui da me il vento non arriva, nasce, più o meno come ci sono nato io. Sarà per questo che noi catanzaresi quando parliamo abbiamo un po’ di vento in bocca, così non ci abbandona nemmeno quando non c’è, quando viene dove vivi tu, dove è solo un vento qualsiasi.

size

21×30, 30×40, 50×70

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “THE CALABRESER | N° 52 • VENTO & GUGLIELMO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla Newsletter e ottieni il 20% di sconto al tuo prossimo acquisto